fenceline-monitoring-guide-template

Monitoraggio “fenceline”

Il monitoraggio della “fenceline” (o del perimetro) è l’uso della tecnologia di monitoraggio per misurare la concentrazione nell’aria ambiente di una sostanza chimica specifica al confine di proprietà di un sito di produzione (ad esempio, raffineria di petrolio, impianto chimico).
Scarica la guida

Torna alle guide di settore

In tutto il paese, le raffinerie di petrolio emettono il benzene nei quartieri vicini, mettendo così in pericolo la salute dei residenti. Secondo i nuovi dati federali compilati dall’Environmental Integrity Project. A livello nazionale, dove i monitoraggi hanno rilevato livelli di benzene considerati dall’Environmental Protection Agency un pericolo sufficiente per la salute umana che gli operatori sono ora tenuti a risolvere il problema.
– Salon

Cos’è il monitoraggio “fenceline”?

Un programma di monitoraggio fenceline è progettato per aiutare i siti industriali e le comunità circostanti a capire come funzionano i controlli delle emissioni messi in atto. I risultati del monitoraggio garantiscono che i sistemi di gestione delle emissioni funzionino secondo quanto pianificato e, in caso contrario, richiedono tale azione per diagnosticare eventuali problemi e apportare modifiche ben prima che i livelli di emissioni diventino pericolosi per la comunità o per i lavoratori.
– WSPA

Con la potenziale perdita di materiale da tubi e giunti difettosi, le organizzazioni possono trarre vantaggio dall’ispezione di routine delle perdite, che assume ance il nome di Rilevamento e riparazione delle perdite (LDAR – Leak Detection and Repair). È possibile rilevare piccole perdite e rimediare prima che vengano causati ulteriori danni. Individuare tempestivamente le perdite di solito significa di solito spendere meno a livello di riparazioni. Un intervento tempestivo, inoltre, limita i tempi di fermo degli impianti, contribuendo a dimostrare la conformità alla legislazione in materia di emissioni e, da ultimo, a proteggere l’ambiente dei lavoratori e delle zone circostanti. Tuttavia, per questi grandi siti petroliferi i costi di mantenimento dei team LDAR 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, possono essere proibitivi. Ciò significa che il requisito per il monitoraggio della fenceline è stato sempre più adottato come primo punto di rilevamento, ridimensionando le attività LDAR in base alle emissioni fuggitive, segnalate sui nodi di rilevamento perimetrali!

 

Le persone che vivono nelle immediate vicinanze di stabilimenti di grandi dimensioni o raffinerie industriali potrebbero essere esposte su base quotidiana a inquinanti atmosferici pericolosi se non vengono adottate
delle misure corrette. Infatti, le torce di raffineria rilasciano una serie di gas che riscaldano il clima insieme a inquinanti tossici e cancerogeni che contribuiscono allo smog e pongono rischi per la salute delle comunità circostanti. Uno studio del 2016 ha rilevato che dei bambini che vivono vicino nei pressi di una raffineria di Texas City, in Texas, hanno avuto problemi neurologici, diarrea, problemi respiratori e altri impatti sulla salute perché in quanto stati esposti al benzene, un noto cancerogeno, dopo un incidente di combustione in torcia.

SalonNew federal data show that oil refineries across the U.S. are releasing benzene into nearby neighbourhoods

Che cos’è il monitoraggio fenceline metodo EPA 325?

Il 1° dicembre 2015, la United States Environmental Protection Agency (EPA) ha finalizzato e pubblicato nel registro federale la regola aggiornata per i New Source Performance Standards (NSPS) relativi alle raffinerie di petrolio e gli standard nazionali di emissione per gli inquinanti atmosferici pericolosi (NESHAP) nelle raffinerie di petrolio.

Le nuove regole richiedevano ai proprietari e agli operatori di raffinerie di petrolio di attuare molti cambiamenti negli anni successivi. Uno di questi cambiamenti è stata l’introduzione del monitoraggio continuo e obbligatorio della fenceline per il benzene. Questo monitoraggio è stato implementato per tenere conto e monitorare le emissioni fuggitive da fonti come le apparecchiature con perdite e il trattamento delle acque reflue. Il limite di concentrazione nell’aria stabilito da questo monitoraggio continuo è di 9 μg/m3. Qualsiasi superamento di questo limite attiverà le azioni correttive che saranno completate dalla struttura.
-GHD

Monitoraggio della fenceline con rilevatori a fotoionizzazione (PID) fissi

I rilevatori a fotoionizzazione fissi (PID) sono un ottimo modo per mantenere la conformità con i livelli di emissione del sito. Una delle molteplici fonti per la necessità di monitoraggio della fenceline è quando si verificano delle perdite di emissioni fuggitive. Oltre a rappresentare un danno in termini economici a causa della perdita di merci, le fughe di emissioni fuggitive sono anche responsabili del contributo al cambiamento climatico e all’inquinamento atmosferico. Sebbene questo danno al nostro ambiente sia chiaramente indesiderato, le emissioni fuggitive possono inoltre rappresentare una minaccia più immediata.

Progettato per la sicurezza a livello di stabilimento e la protezione continua dei lavoratori nelle applicazioni petrolchimiche e petrolifere globali, l’ultimo rilevatore di gas fisso di ION Science vanta l’innovativa tecnologia “Typhoon” che garantisce un’accuratezza senza pari in atmosfere di condensa e condizioni meteorologiche estreme, offrendo al contempo un rilevamento continuo, veloce e affidabile dei COV e TAC, incluso il benzene, in ambienti ad alta umidità senza nessun margine di errore.

Scarica la nostra guida gratuita

“Monitoraggio “fenceline””

Le emissioni delle attività industriali possono influire negativamente sull’aria ambiente e contribuiscono in modo determinante alla scarsa qualità dell’aria in molte regioni. Le fonti inquinanti includono emissioni dalle ciminiere, emissioni fuggitive durante lo stoccaggio, la lavorazione e il trasporto del prodotto finale. Per questo motivo, sono state implementate normative fenceline sui livelli di inquinanti chiave, compresi i COV, al fine di proteggere i lavoratori e le comunità vicine, come l’EPA Clean Air Act, e ulteriori normative, ad esempio la regola US EPA 40 CFR parte 63, richiedono alle raffinerie di monitorare emissioni di benzene alle principali fonti di emissione all’interno delle loro strutture e alle loro fenceline.

fenceline-monitoring-thumbnail

Scarica la guida

Monitoraggio Fenceline delle emissioni fuggitive

Falco & Falco TAC con pompa Rilevatore di VOC fisso

Gli strumenti a pompa Falco sono ideali per rilevare COV e TAC in luoghi difficili come il sottosuolo o in spazi ristretti.

Dettagli del prodotto
Falco Diffused – Rivelatore di gas fisso VOC

Il rilevatore di gas VOC fisso e diffuso Falco è ideale per rilevare VOC e TAC in aree come raffinerie e impianti petrolchimici.

Dettagli del prodotto
Falco TAC Diffuso – Rilevatore di gas fisso

Falco TAC Rilevatore di gas fisso e diffuso è ideale per rilevare COV e TAC in aree come raffinerie e impianti petrolchimici.

Dettagli del prodotto
Falco TAC Pumped – Rilevatore di gas fisso

Gli strumenti con pompa TAC Falco sono ideali per rilevare COV e TAC in luoghi difficili come il sottosuolo o in spazi ristretti.

Dettagli del prodotto

Scarica la tua guida GRATUITA

Compila semplicemente il modulo sottostante per ottenere la tua guida GRATUITA su “Monitoraggio “fenceline””.